La tessera del tifoso: cos’è e a cosa serve?

La famosa tessera del tifoso è una iniziativa intrapresa di recente, a detta del ministro dell’Interno Roberto Maroni, per garantire maggior sicurezza negli stadi italiani e alla luce delle prime verifiche sembra effettivamente riuscire ad attenuare gli episodi di violenza che ormai da tempo affliggono il mondo del calcio. Infatti per fortuna non assistiamo più a scene come lanci di motorini dalle tribune (Inter-Atalanta di 10 anni fa ndr) o scontri tra tifoserie simili a vere e proprie battaglie.

Il suo inserimento nella vita di ogni tifoso che obbligatoriamente dovrà munirsene per partecipare alle trasferte della propria squadra, oppure semplicemente per entrare nel settore ospiti, ha generato non poche proteste. Molti infatti pensano che il vero motivo per cui la tessera sia stata resa obbligatoria è strettamente legato al mondo del marketing, infatti oltre a costituire un titolo di accesso allo stadio essa è una carta di credito ricaricabile con validità di 5 anni, attivabile presso le maggiori banche e alcuni centri lottomatica e il suo costo di sottoscrizione si aggira mediamente intorno ai 10 euro. E’ però oppurtuno precisare che per assistere alle partite casalinghe della propria squadra del cuore non è necessario possedere la tessera. Il suo principale compito, ovvero il tentativo di garantire una tranquilla visione a tutti gli spettatori che hanno solo la buona intenzione di assistere alla partita di calcio, si attua attraverso una mirata selezione su coloro che ne fanno richiesta di sottoscrizione: non viene concessa infatti ai condannati per reati da stadio (anche se la condanna non è definitiva) e a coloro che sono sottoposti a Daspo, ovvero Divieto di accedere alle manifestazioni sportive. Il fatto che il Daspo possa essere emesso semplicemente mediante denuncia e non necessariamente dopo una condanna penale ha fatto si che crescano sempre di più perplessità sull’incostituzionalità dell’atto e ha quindi alimentato ulteriori polemiche su un argomento già molto acceso. I vantaggi però sono considerevoli in quanto ogni possessore entra di diritto tra gli spettatori ufficiali, ma anche perchè con il tempo determinerà la costituzione dei cosiddetti dipartimenti dei tifosi che sono molto apprezzati negli altri paesi europei.

Alla luce di un mondo del calcio in continuo degrado per la violenza che lo caratterizza era opportuno prendere provvedimenti drastici e nonostante questa tessera non sia tale da risolvere alla base questo problema, è pur sempre un provvedimento che si spera che si andrà ad aggiungere ad altri per far si che il sistema venga modificato in meglio.