Microsoft, eBay e Visa unite nella lotta

Casomai ancora ce ne fossero, tutti i dubbi sulla grande diffusione e sull’estrema pericolosità del «phishing» (la creazione di siti di e-commerce cloni degli originali) vengono meno di fronte all’iniziativa appena messa in atto da tre grandi dell’era digitale, a vario titolo coinvolti nel fenomeno. Si tratta del colosso delle carte di credito Visa, di Microsoft e di una tra le regine dell’e-commerce, eBay.

I tre hanno messo insieme le rispettive forze per rendere più semplice l’individuazione dei falsi siti che praticano la nuova forma di truffa online e per condividere le informazioni che riguardano i loro autori. L’intesa lavorerà in particolare alla creazione del Phish Report Network, un servizio nel quale verranno aggregati i vari «report» via via prodotti in materia di attacchi registrati, dell’individuazione di nuovi siti di phishing comparsi in scena e che sarà deputato a inviare ai suoi appartenenti gli avvertimenti di pericolo. Stando agli ultimi report disponibili, la quantità di siti truffa cresce costantemente a ritmi sostenuti. Tanto per avere un’idea delle dimensioni, nel mese di dicembre dello scorso anno, l’Anti-Phishing Working Group ne aveva rilevati 1.700, con un incremento del 10% rispetto al mese precedente. In crescita, ovviamente, sono anche i messaggi di posta spazzatura che fanno da esca. Da luglio dello scorso anno, la quantità di e-mail di questo genere è cresciuta di ben 40 punti percentuali. Da Computerworld