Windows Vista: I chiarimenti dovuti da Zio Bill

Ormai è tanto che si parla del nuovo S.O. di Microsoft, tanto che sono venute fuori molte ipotesi che possono determinare gli svantaggi enormi derivanti dal suo utilizzo. Vista è stato spesso accostato al progetto Palladium, secondo il quale nei computer del prossimo futuro potrà girare soltanto software autorizzato, e quindi ad attentare alla privacy e a limitare il potere degli utenti. Lo stato di paura generale ha favorito una rapida diffusione nel web di notizie anche prive di fondamenti, tanto che in questo sito sono stati raccolti i 10 motivi più validi per non passare a Windows Vista, che addirittura hanno conquistato l’attenzione di Zio Bill che, preoccupato da queste voci, tramite il sito ufficiale della Microsoft ha risposto riguardo ai seguenti casi:

Windows Vista impedisce la riproduzione dei miei contenuti digitali preferiti Windows Vista impedisce la riproduzione dei miei contenuti digitali preferiti

Non esista alcuna differenza, in questo senso, tra Windows XP e Windows Vista. Esattamente come Windows XP, il sistema è abilitato alla riproduzione di materiale protetto da DRM (Digital Rights Management), una piattaforma di provata efficacia che consente di proteggere e distribuire in modo sicuro contenuti digitali per la riproduzione su computer, dispositivi portatili o periferiche di rete. Si tratta di una tecnologia che, se applicata, consente la regolare acquisizione di licenze a tutela della proprietà intellettuale e del diritto d’autore. I file che non prevedono la crittografia DRM sono invece riproducibili senza ricorrere ad alcuna autenticazione.

Windows Vista costa più di Windows XP Windows Vista costa più di Windows XP

Windows Vista, pur apportando numerosi benefici rispetto al passato, ha costi simili a Windows XP. I prezzi delle edizioni di Windows XP Home e Professional e delle corrispettive di Windows Vista (vale a dire Home Basic e Business) sono allineati. Chi acquista un PC nuovo può avvantaggiarsi della preinstallazione di Windows Vista, conveniente sia sotto il profilo pratico (non richiede un’installazione manuale da parte dell’utente) che economico (poiché non viene richiesto all’utente un ulteriore esborso rispetto al prezzo del sistema). Chi ha già un PC e desidera dotarlo di Windows Vista può invece recarsi presso i punti vendita qualificati e richiedere un prodotto confezionato: esistono edizioni in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli utenti.

Windows Vista è incompatibile con dispositivi e applicativi Windows Vista è incompatibile con dispositivi e applicativi

La quasi totalità dei produttori hardware ha rilasciato driver ad hoc per Windows Vista o prevede di farlo in tempi brevissimi, pertanto chi acquista il nuovo sistema operativo potrà reperirli all’interno del DVD di installazione, tramite Windows Update o il supporto online del produttore. Microsoft collabora attivamente con i propri partner, fornendo loro tutto il know-how necessario per estendere la compatibilità ad un numero sempre crescente di device: a questo fine ha istituito un programma di certificazione hardware per consentire all’utenza di individuare immediatamente la migliore soluzione per il proprio sistema. Sul fronte software, nel corso dello sviluppo di Windows Vista, Microsoft ha testato numerosissime applicazioni per garantire il maggior livello possibile di compatibilità. I test non si sono fermati ovviamente con il rilascio della versione definitiva e saranno a breve resi disponibili i risultati delle prove effettuate. Nel caso in cui vecchie applicazioni, sviluppate su sistemi obsoleti, non risultassero adattabili alla nuova architettura software, è comunque possibile ricorrere gratuitamente a Virtual PC 2007, un sistema di virtualizzazione che consente di ricreare su Windows Vista sistemi operativi di vecchia generazione.

Windows Vista richiede un PC particolarmente potente Windows Vista richiede un PC particolarmente potente

La grandissima maggioranza dei PC in commercio è perfettamente in grado di supportare Windows Vista. Una delle grandi innovazioni introdotte dal nuovo sistema Microsoft consiste nella “scalabilità” delle sue prestazioni, ovvero nella sua capacità di adeguarsi alla tipologia di hardware su cui viene installato. Qualora il PC non abbia i requisiti per supportare l’interfaccia grafica Windows Aero, ad esempio, il sistema adotterà automaticamente la combinazione colori Windows Vista Basic, sacrificando in parte l’impatto estetico senza però rinunciare alle nuove funzionalità di ricerca, collaborazione e intrattenimento. Grazie alla tecnologia Superfetch, inoltre, l’allocazione della memoria avviene in maniera più efficiente rispetto al passato: sono sufficienti 512 MB di RAM per godere dei vantaggi di Windows Vista. ReadyBoost, inoltre, consente di sfruttare un dispositivo di memorizzazione esterno (drive USB, schede di memoria) come cache addizionale, incrementando in questo modo la reattività del sistema: una sorta di iniezione di RAM senza intervenire all’interno del case. Windows Vista classifica ogni PC su cui è installato con un punteggio da 1 a 5.9, consentendo all’utente di individuare gli eventuali punti deboli dell’hardware (scheda video, memoria, velocità del processore…) e fornendo opportuni consigli su come ottimizzarne le prestazioni.

Windows Vista “spia” il computer violando la mia privacy Windows Vista “spia” il computer violando la mia privacy

Assolutamente falso. Microsoft è da sempre impegnata nel rigoroso rispetto della privacy dei propri clienti, tanto da aver fatto ricorso ad alcuni importanti enti per la certificazione delle proprie applicazioni.
Un esempio è rappresentato da Windows Genuine Advantage, il programma che aiuta gli utenti a verificare l’originalità del software Windows installato sul proprio PC, che ha ottenuto dall’omonimo ente tedesco la prestigiosa certificazione TUV. WGA, come d’altronde tutti i servizi Microsoft relativi al mondo di Windows Vista, non raccoglie informazioni o dati degli utenti e non può essere utilizzato per identificare PC o utilizzatori di prodotti non originali.

Ci dovremo fidare?

Per chi vuole provare il nuovo S.O. Microsoft ha rilasciato da qualche tempo la versione beta gratuita di Vista, non servono chiavi d’attivazione ecc., la durata della beta è fino al primo giugno 2007.

Beta di Microsoft Windows Vista. Durata fino al primo giugno 2007.
Architetture supportate 32 e 64 bit.
Da dove fare il download:
http://download.windowsvista.com/preview/beta2/en/x86/download.htm
oppure
http://www.microsoft.com/windowsvista/getready/preview.mspx

Un pensiero su “Windows Vista: I chiarimenti dovuti da Zio Bill

I commenti sono chiusi.